ePrivacy and GPDR Cookie Consent by Cookie Consent

Dott.ssa Cristina Domenichelli Tel 348.9026593

Dott.ssa Fabiana Leonardi Tel: 320.5711880

Ricette Light

Sei a dieta? Prova una delle nostre golose ricette per ritrovare il buonumore perdendo peso. Inutile sacrificare il gusto, dimagrire non è una punizione.
Dott.ssa Cristina Domenichelli

Dott.ssa Cristina Domenichelli

COVID 19 e SOVRAPPESO/OBESITA': UN PESSIMO ABBINAMENTO.

Quanto ci siamo trascurati abbandonando la dieta in periodo di pandemia, ignari che ci avrebbe fatto più male del solito?

No dottoressa, in questo momento accantono la dieta perché sono troppo preoccupata per il virus...perché non posso procurarmi le verdure...perché non posso più andare a ginnastica...”.

Eppure, la DIETA per tenere il peso sotto controllo è il modo migliore per allontanare la paura delle complicanze del virus. Lo sapevate? Lo spiegano i nuovi studi scientifici che indicano come il SOVRAPPESO/OBESITA' RISULTI ESSERE IL FATTORE DI RISCHIO PRIMARIO PER LE COMPLICAZIONI da infezione di Coronavirus e per il RICORSO ALLE CURE INTENSIVE.

(https://www.microbiologiaitalia.it/virologia/sars-cov-2-osservazioni-e-correlazioni-con-obesita-e-alimentazione/).

Infatti un BMI (indice di massa corporea) al di sopra del 25, ovvero all'inizio del sovrappeso, è correlato ad una prognosi sfavorevole in pazienti con comorbidità con COVID-19. Ecco il legame tra esito della patologia e sovrappeso/obesità.

La causa di questo rischio elevato è dovuta al fatto che l’obesità ed il sovrappeso inducono scompenso cardiaco, infiammazione cronica con aumento dei livelli di citochine circolanti, riduzione dell’immunità innata ed elevata espressione dei recettori dell’angiotensina tipo 1 e 2 (per intenderci, i recettori sfruttati dal virus per entrare).

In breve, se tenere il peso sotto controllo era estremamente importante prima, cosa ne pensate adesso? Essere sovrappeso in questo periodo, non è una buona idea...non lo è mai. Teniamo presente che per un uomo di altezza media (175 cm), il sovrappeso comincia dai 77 kg in su, ed il BMI diventa superiore a 25.

La pandemia sta gradualmente riducendo la sua aggressività ma ci hanno spiegato che dovremo imparare a conviverci forse per un altro periodo, e che con il tornare della stagione fresca si potrebbe avere una nuova recrudescenza. Vogliamo farci trovare impreparati o a maggior ragione siamo pronti e convinti a prenderci cura di noi? Dimagrire non è impossibile, bisogna solo volerlo. Dimagrire non è una moda, è la salute.

Nel 2017 l'OMS ha definito l’obesità come una “epidemia di sovrappeso” a livello mondiale, coniando il termine “globesity”, ma nessuno sembra farci caso nella sua vita quotidiana. Molti continuano nello stesso atteggiamento di indifferenza verso il sovrappeso/obesità, come se non li riguardasse, come se fosse grave solo per gli altri, o neanche per loro. Quando però le due pandemie, Globesity e Coronavirus, si collegano e rafforzano tra loro come dimostrato nell'articolo sopra descritto, credo sia finito il tempo dell'indifferenza, e sia saggio e utile passare all'azione.

Dimagrire è un percorso realizzabile, prova ne sono le numerose persone soddisfatte che ho potuto seguire degli anni della mia esperienza come nutrizionista. Un professionista esperto saprà guidarvi sulla strada meno in salita e più adatta a voi, non esitate a fidarvi, vi aspetto.

 Dott.ssa Cristina Domenichelli Biologa Nutrizionista

 

 (Articolo originale: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/32271993)

 

Condividi su

STRACCETTI CON CARCIOFI E OLIVE

Ricette Light Martedì, 21 Aprile 2020 23:48

Sapori di stagione sulle nostre tavole, per accogliere l'avanzare della primavera, saggia e capace di anticipare le nostre necessità. “Aprile dolce dormire” ricorda la cultura popolare, cosciente del senso di astenia, spossatezza e stanchezza diffusa, tipico di questo periodo dell'anno.

La natura ci propone una soluzione pronta ed efficace: i CARCIOFI, ricchi di ferro per sostenerci e darci energia. Con questo piatto semplicissimo da preparare, gli straccetti di carne con carciofi, propongo una combinazione eccellente per fare il pieno di FERRO in tutte le sue forme, sia quella più disponibile della carne che quella meno disponibile delle verdure. Aggiungendo del succo di limone al piatto, possiamo potenziare l'assorbimento del ferro da entrambe le tipologie di alimenti, rendendolo facilmente assimilabile. Per chi di voi non amasse il limone, suggerisco di chiudere il pasto con una coppa di fragole ricche in VITAMINA C, per ottenere lo stesso risultato.

INGREDIENTI per 4 PERSONE:

Straccetti di manzo/vitello 480 g

2 Carciofi

16 Olive nere snocciolate

2 Pomodorini

½ bicchiere di vino bianco

Succo di ½ limone

2 cucchiai di Olio EVO

Aglio

Sale q.b.

Pulire 2 carciofi di stagione e tagliarli a spicchi molto sottili. Rosolare  l’aglio in padella con l’olio, delicatamente, e aggiungere subito i carciofi con il limone spremuto, i pomodorini e le olive. Cuocere per pochissimi minuti. Aggiungere subito gli straccetti e sfumare con il vino durante la cottura, avendo cura di girare spesso la carne per farla colorire uniformemente. Prima di togliere dal fuoco, aggiustare di sale e arricchire con le olive. Servire caldo.

Condividi su

IL TEMPO DELLE FRAGOLE

Sapevi Che Mercoledì, 15 Aprile 2020 12:40

Anche se dalle nostre case sembra tutto immobile, le stagioni muovono naturalmente i loro passi dando segni di sé. La primavera è arrivata portando finalmente le fragole sulle nostre tavole. per rallegrare l’umore e colorare i nostri pasti.

Tra le domande più frequenti che ricevo in studio, in questo periodo durante le consulenze on line, c'è immancabile, quella sulle fragole: “Dottoressa, posso mangiare anche le fragole in dieta…?”.

Alla mia risposta affermativa seguono di solito stupore e gioia.

Ebbene si, questi meravigliosi “frutti” hanno pochissime calorie, solamente 27 ogni 100 g, a differenza per esempio delle troppo poco temute mele, che invece ne hanno in media ben 52, circa il doppio!! Questo accade perché parte del sapore dolce delle fragole è dato dallo xilitolo, il famoso “zucchero del legno”, con un potere calorico molto basso. Allo stesso modo le fragole hanno un Indice glicemico pari a 40, molto simile a quello delle mele, ma un Carico glicemico ben più basso.

Se finora non avete avuto paura di mangiare una mela, perché dovreste averne di mangiare delle fragole? Spero di avervi convinto a sufficienza!

Oggetto del desiderio di molti, frutto dell’oblio secondo i pellerossa, questi golosi frutti rosso brillante sono ricchi di vitamine, antiossidanti (Vit C e flavonoidi) e potassio, tutte caratteristiche che favoriscono il sostegno del microcircolo ed il drenaggio, promuovendo la riduzione di cellulite e ritenzione idrica.  

Sono anche inserite nella top ten dei cibi anti – aging per eccellenza, con un indice ORAC estremamente elevato per la loro spiccata capacità antiossidante.

https://www.ars.usda.gov/news-events/news/research-news/1999/high-orac-foods-may-slow-aging/

Altre sorprendenti proprietà benefiche delle fragole ci sono raccontate dalla Dott.ssa Pamela Moher, ricercatrice presso il Salk Institute in California: secondo i suoi studi le fragole sono in grado di RIDURRE LE COMPLICANZE DEL DIABETE e I DISORDINI DEL SISTEMA NERVOSO, grazie al loro elevato contenuto di FISETINA, un flavonoide naturale. La scienziata arriva a trasformare la famosa frase :” una mela al giorno toglie il medico di torno”, in una nuova versione: “una ciotola di fragole al giorno (37 per l’esattezza) toglie non solo il medico di torno, ma una intera flotta di dottori, compresi neurologi, endocrinologi e forse anche oncologi.

https://www.salk.edu/news-release/flavonoids-could-represent-two-fisted-assault-on-diabetic-complications-and-nervous-system-disorders/

 La FISETINA, Questa potente molecola antiossidante contenuta in grandi quantità solo nelle fragole ed in minor concentrazione in altri frutti e verdura, potrebbe inoltre aiutare a trattare il declino mentale senile e ridurre la perdita di memoria in condizioni come l’Alzhaimer.

https://www.salk.edu/news-release/evidence-shows-natural-plant-compound-may-reduce-mental-effects-aging/

Per quanto questi studi abbiano ancora bisogno di conferme su modelli umani, rafforzano comunque il nostro desiderio già spontaneo di consumare amabilmente le fragole.

Facciano però attenzione i soggetti con diverticolosi, poichè i “semini” neri che punteggiano la superficie della polpa, i veri frutti, potrebbero infiammare i diverticoli.

 Particolare cautela dovranno avere anche i soggetti allergici, ai quali vengono sconsigliati gli alimenti istamino – liberatori come le fragole per scongiurare crisi di orticaria e di eczema: valutate bene quale può essere le vostra reazione personale. Secondo la medicina affettiva, “l’eczema traduce la paura di sé, l’allergia verso se stessi nel ruolo che si interpreta sulla scena sociale o familiare. L’orticaria rappresenta una sottomissione forzata. Ciò che appare sulla pelle riflette le tensioni tra la nostra immagine sociale e le inquietudini della nostra anima, le nostre pulsioni” (La medicina affettiva, psyche e piante dell’orto; B.Vial – B. Mandrant; Xenia Edizioni).

 Spero che  questa breve dissertazione sul “simbolo della primavera” abbia dissipato ogni dubbio e paura sul suo consumo, abbia arricchito il vostro bagaglio culturale sull’argomento e infine invogliato all’acquisto prima che sua la stagionalità finisca.

 

Condividi su

Sabato sera ho fatto la pizza usando, al posto del lievito, la pasta madre che avevo preparato la scorsa settimana e che potrete trovare nel mio post Facebook (https://www.facebook.com/permalink.php?story_fbid=2458726631104774&id=2091452611165513). Volete sapere come? In poche mosse potete farlo anche voi, senza aspettare settimane o mesi come temono alcuni... sono riuscita a preparare 4-5 pizze tonde in 8 giorni totali dall'inizio della creazione della pasta madre. E' stato molto semplice, gratificante e goloso.

Ingredienti per 4-5 pizze tonde:

  • Farina classica (grano, farro, integrale...) o gluten free  1 Kg
  • Pasta madre 200g
  • Acqua tiepida 600 ml
  • Olio e.v.o. 3 cucchiai
  • Sale marino 2 cucchiainI da caffè, raso

Procedimento da eseguire in mattinata per avere pronta la pasta a cena: 

Tirare fuori dal frigo la pasta madre in anticipo, anche la sera prima. Disporre la farina a fontana, spolverare con il sale e mettere al centro la pasta madre, l'olio e l'acqua. Impastare per alcuni minuti fino ad avere una pasta liscia, morbida ed elastica. Aggiungere poca acqua e/o farina per aggiustare la consistenza/idratazione. Disporre la pasta per la pizza in una ciotola, fare un intaglio a croce al centro, coprire con un canovaccio e posizionare all'interno del forno spento per lasciarla lievitare il più possibile fino a sera. Per aumentare le possibilità di ottenere una lievitazione adeguata, suggerisco di rendere l'aria del forno umida e tiepida, inserendo in anticipo un pentolino con acqua calda al suo interno, senza coperchio. Questo permetterà all'acqua di evaporare nel forno e preparare un ambiente tiepido ed umido, che favorirà la lievitazione. Di tanto in tanto potrete togliere il pentolino, per reintrodurlo con acqua di nuovo calda. Questa accortezza mi è stata insegnata al corso di panificazione senza glutine che ho seguito l'anno scorso (https://www.facebook.com/permalink.php?story_fbid=2169511446692962&id=2091452611165513) presso la scuola di cucina STORIE IN TAVOLA (https://www.facebook.com/StorieInTavola/). 

Al momento di preparare le pizze, prendere la quantità di impasto necessaria, stenderla sul piano di lavoro infarinato lavorandola velocemente, e condirla come il vostro gusto vi suggerirà.

Premetto che questa non è l'unica modalità possibile per ottenere un buon risultato ma posso garantirvi che funziona.

 

I post che pubblico sul sito a mio nome o sulla mia pagina Facebook vengono scritti solo dopo aver personalmente valutato la validità di una ricetta, calcolato le calorie quando utile, realizzato in casa la ricetta, fotografata al mio meglio, e tutte le volte, mangiata. Niente di quello che vi propongo viene improvvisato, lasciato al caso, contraffatto o copiato da internet senza criterio.

Condividi su

Castagnaccio

Ricette Light Giovedì, 07 Novembre 2019 11:42

Questa ricetta autunnale è adatta sia per la prima colazione che per lo spuntino. Spezza la monotonia delle solite merende, soddisfa il gusto e sazia la fame grazie alla sua gradevole consistenza.

100 kcal a fetta
Ingredienti:
400g farina di castagne
30g di uvetta
30g di pinoli
8g lievito istantaneo Bertolini per dolci (1/2 dose)
600ml d'acqua
10ml di olio EVO
1 pizzico di sale fino
q.b. rosmarino

Procedimento:
Setacciare la farina di castagne in una ciotola, insieme al lievito, con un pizzico di sale.

Versare a filo l'acqua, poi l'olio EVO mescolando con una frusta a mano, fino ad ottenere una pastella fluida. Amalgamare anche 20g di pinoli, 20 grammi di uvetta già rinvenute in acqua tiepida e ben strizzate.

Versare il tutto in una teglia ricoperta di carta forno e cospargere con uvetta ed i pinoli avanzati, ed il rosmarino.

Infornare a 180°C in forno preriscaldato per 30 minuti o fino a quando non risulterà ben crepato in superficie.  

Può essere preparato anche senza lievito per le persone sensibili al lievito.
Per avere uno spuntino da 100kcal bisognerà dividere l'intera torta in 19 porzioni e consumarne una sola

Condividi su

Sagne torte d'autunno

Ricette Light Lunedì, 14 Ottobre 2019 11:53

Seguiamo la stagionalità, mese per mese.
Ad ottobre voglio proporvi un classico rivisitato, un primo piatto con la zucca, esaltato da altri sapori di stagione. Preparatelo nel fine settimana, per assaporarlo con calma insieme ai vostri amici o alla vostra famiglia, senza rinunciare alla linea.
Condividete con tutti questa ricetta, immaginata, cucinata, fotografata e....assaggiata da me! Sarà di vostro gusto? Fatemi sapere a chi è piaciuta di più!!!

322 kcal 
Ingredienti per 4 persone:
280g di pasta
150g di funghi pleurotis (o altro tipo)
400g di zucca
40g di olive taggiasche o leccino
1/2 bicchiere di vino
1 cipolletta fresca
1 cucchiaio di olio EVO
sale, noce moscata, paprica dolce

Procedimento:
Affettare la cipolla fresca e farla appena imbiondire nell'olio. Aggiungere la zucca tagliata a dadini e lasciar insaporire per due minuti.

Aggiungere le olive denocciolate, i funghi, il vino, il sale e le spezie e lasciare cuocere per 15 minuti circa o finché la zucca non sarà morbida. Usare l'acqua di cottura della pasta qualora il condimento si asciugasse troppo durante la preparazione.

Cuocere la pasta, scolarla al dente e saltarla in padella con il condimento.

Condividi su

Fusilli di canapa rosa salmone

Ricette Light Venerdì, 18 Ottobre 2019 11:33

CHI ha detto che non è possibile stare a DIETA la DOMENICA....siete sicuri? Non è forse la solita scusa per concedersi pranzi ipercalorici e piangere poi lacrime di coccodrillo il lunedì?? Provate la mia ricetta e condividetela con gli amici più scettici!!
Sono andata a "CANAPA MUNDI" venerdì scorso, la FIERA DELLA CANAPA di cui vi parlavo tempo fa, e che oramai non perdo da alcuni anni. Sono sempre a caccia di novità da sperimentare perché le proteine della canapa sono per me una vera passione.
....hanno un profilo aminoacidico completo, sono di origine vegetale ma senza glutine, adatte anche a ragazzi e anziani, ottimali per gli atleti, per gli "onnivori" ma anche per vegani e vegetariani," non contengono proteine della soia e neanche del latte, sono facili da assumere nelle varie forme proposte.
Le proteine della canapa sono presenti nella farina di canapa, e quindi in tutti i prodotti di panificazione e nella pasta, ma sono oramai vendute anche in comodi preparati in polvere, estratti a basse temperature ed in pochi passaggi, Le proteine in polvere si sciolgono facilmente nel latte vegetale, in un centrifugato o in una tisana, per preparare colazioni o spuntini ricchi di energia, ma si possono anche diluire in un passato di verdure o un minestrone, per il pasto principale!! A voi la scelta!!

340 kcal 
Ingredienti per 4 persone:
320g Fusilli di riso con canapa (Bottega della Canapa)
100g di salmone in scatola al naturale
3 pezzi di pomodorini freschi piccadilli
5 pezzi di pomodori secchi
1 cucchiaio di olio EVO
q.b di Cipolla
1 spolverata di prezzemolo tritato
50ml di vino bianco

Procedimento:
Cuocere i fusilli per soli 3-4 minuti in acqua salata bollente.

Nel frattempo, far saltare nell'olio appena caldo la cipolla, i pomodori secchi tagliati a striscioline, e i piccadilli tagliati a pezzetti. Sfumare con un dito di vino bianco, aggiungere il salmone sbriciolato e bagnare con un mestolo di acqua di cottura della pasta.

Scolare al dente la pasta e saltarla per appena un minuto in padella con il condimento. Servire spolverato con il prezzemolo fresco.

Condividi su

Cuori D'Avena

Ricette Light Mercoledì, 19 Febbraio 2020 11:40

Da Lunedì... comincio la dieta, con una colazione superlativa!
Altro che fette biscottate!

118 kcal l'uno
Ingredienti per 20 cuori d'avena
3 uova intere
80g di burro
120g di zucchero di canna
50g di fiocchi d'avena ridotti in farina(finemente tritati)
200g di farina
170g di latte di soia o vaccino p.s.
1 bustina di lievito vaniliato

Procedimento:
Tritare finemente i fiocchi d'avena. In una ciotola sbattere con una frusta elettrica le uova e lo zucchero. Aggiungere poi uno alla volta: la farina d'avena e quella di frumento, il latte, il burro ed il lievito. Amalgamare bene. Dividere il composto in 20 stampini a forma di cuore (oppure pirottini di carta) e cuocere in forno già caldo a 160°C per 15-16 minuti.

Condividi su

Svegliamitù

Ricette Light Venerdì, 21 Febbraio 2020 11:31

E' domenica mattina, mi sveglio con calma...." Oggi me la prendo comoda - penso - e mi faccio preparare una colazione con i fiocchi". Ancora con poca voce dico a mio marito:"Ti ricordi quella volta che abbiamo preparato quelle frittelle soffici con la marmellata sopra? Come mi andrebbe di mangiarne una 'stamattina..." Poi mi giro e mi riaddormento qualche istante quando...un meraviglioso profumo mi addolcisce il risveglio!! In pochi minuti erano già calde e pronte!! Volete provare anche voi?
La ricetta è facilissima, sono stata in grado di farle anche io. Non sono troppo dolci e la marmellata le completa in maniera meravigliosa. Le suggerisco ancora calde, servite direttamente nella cocottina in cui sono state cotte, accompagnate semplicemente da un tè o una tisana, per non aggiungere troppe calorie e rendere la colazione troppo pesante.
Se volete ridurre ancora le calorie totali, o se volete abbinare magari un bicchiere di latte di mandorle senza zucchero, potete semplicemente mangiarne mezza, e non rimarrete deluse dalla quantità.
Ve le lascio assaporare quando avrete tempo, ma non fatemi aspettare troppo a lungo, ho bisogno di sapere chi vi ha preparato le SVEGLIAMITU'!!

240 Kcal l'uno
Ingedienti per 4 Svegliamitù
4 uova intere
130gr di farina biologica
240 ml di latte p.s.
1 pizzico di sale
1 cucchiaio di aroma di vaniglia
1 cucchiaio di marmellata (facoltativo)
Zucchero a velo (facoltativo)
Burro per ungere le cocottine

Procedimento:
Preriscaldare il forno a 180°C con le cocottine dentro.
Sbattere le uova con l'aroma di vaniglia ed il pizzico di sale. Aggiungere poi la farina ed il latte, e amalgamare bene gli ingredienti.
Sciogliere il burro nelle cocottine calde (o in contenitori adatti al forno) e versare il composto. Infornare a 180°C per 20 minuti.
Vedrete che il composto si gonfierà a sorpresa alzando molto i bordi e formando una accogliente cavità interna.
Spargete sopra un cucchiaio di marmellata ed una leggera spolverata di zucchero a velo, se gratito... e servite ancora caldo!

Condividi su

Esiste una DIETA per L'OMOCISTEINA?
Sono in Spagna, a Monbrió (Catalogna), al 12th INTERNATIONAL CONFERENCE sull'OMOCISTEINA e VITAMINE B, proprio per scoprirlo!!!
Ogni due anni i maggiori esperti mondiali di omocisteina si riuniscono per aggiornarsi sugli ultimissimi risultati della ricerca, e quest'anno proprio non volevo mancare!!
Ma cos'è allora questa OMOCISTEINA, mi chiederete?
Alcuni di voi di sicuro già lo sanno, perché il vostro medico ha saggiamente pensato di suggerirvi di analizzarla, o perché in vista di una gravidanza, la ginecologa vi ha addirittura suggerito di fare il TEST GENETICO o di prendere dell'ACIDO FOLICO!!
L'omocisteina, facilmente indagabile con un semplice prelievo di sangue, è un aminoacido solforato che il nostro corpo è in grado di produrre partendo da ciò che mangiamo, e proprio per questo motivo stimola fortemente il mio interesse come nutrizionista. In alcuni casi può aumentare la sua concentrazione nel sangue fino a valori non ottimali (secondo le ultime Linee Guida i valori normali sono compresi tra 5 e 9 micromol/L), ed è proprio in questo caso che l'alimentazione e/o l'integrazione diventano fondamentali. Le VITAMINE B, in particolar modo le Vit B6, B9 (acido folico) e B12, giocano un ruolo fondamentale in questo equilibrio poiché intervengono direttamente nel metabolismo dell'Omocisteina, e nel suo pericoloso accumulo!! Conoscere i giusti dosaggi di vitamine da assumere, quali cibi maggiormente le contengono e quali cibi ne riducono l'assorbimento, le modalità di cottura degli alimenti per non "rovinarle", e molti altri dettagli ancora, mi ha motivato alla partecipazione a questo convegno.
Ma perché L'OMOCISTEINA ALTA è un parametro da CORREGGERE? Cosa può causare? Valori oltre la norma sono stati correlati con: aborto e malformazioni fetali, aumentato rischio cardiovascolare (ictus e infarto), ipertensione, demenza e neurodegenerazione (Alzheimer e Parkinson).
CHI DOVREBBE ANALIZZARE L'OMOCISTEINA?
Le linee guida suggeriscono:
DONNE che pianificano o sono in GRAVIDANZA
DONNE in terapia con ANTICONCEZIONALI ORALI
Soggetti CON RISCHIO CARDIOVASCOLARE
DONNE IN MENOPAUSA
Soggetti con OSTEOPOROSI
Soggetti con DIETA SQUILIBRATA

Da lunedì sono di nuovo in studio, preparata al meglio per la DIETA PERSONALIZZATA in caso di Omocisteina alta e per le donne che vorranno programmare con maggiore sicurezza la loro gravidanza!
#omocisteina#vitamineB#gravidanza#acidofolico#prevenzionecardiovascolare

Condividi su

I Nostri Orari

Dott.ssa Cristina Domenichelli

  • Lunedì 14:00 - 20:00
  • Martedì 9:00 - 20:00
  • Mercoledì 9:00 - 12:30
  • Giovedì 9:00 - 20:00

 

Dott.ssa Fabiana Leonardi

  • Martedì 9:00 - 19:00
  • Martedì 9:00 - 19:00
  • Giovedì 9:00 - 20:00
  • Venerdì 10:00 - 20:00
 

Ricette Light

  • STRACCETTI CON CARCIOFI E OLIVE
    Scritto da
    Sapori di stagione sulle nostre tavole, per accogliere l'avanzare della…
    Condividi su
  • Passatelli in Brodo
    Scritto da
    Passatelli in Brodo 189 Kcal a porzione Spesso cerchiamo nuovi…
    Condividi su

Fabiana Leonardi

Albo Nazionale dei Biologi (Sez. A)

N. di iscrizione all’Ordine 056508

Indirizzi
Viale dei Campioni 20 - 00144 Roma
Via Roma 133 - 00071 Pomezia
Viale di Nuova Florida 153 - 00040 Ardea
Via Dante Alighieri 33 - 04012 Cisterna
 
Telefono
Social

 

Cristina Domenichelli

Albo Nazionale dei Biologi (Sez. A)

N. di iscrizione all’Ordine 058524 

Indirizzi

Via della Balduina 250 – 00136 Roma
Via del Pigneto 164 – 00176 Roma
Zona Giulio Agricola – 00174 Roma

Telefono
Social